Controversies in Genitourinary Tumors
Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete
Tumori GenitoUrinari
Tumore prostata

Rilevazione di mRNA di variante-7 di splicing del recettore degli androgeni nelle cellule tumorali circolanti di uomini con cancro alla prostata metastatico resistente alla castrazione trattato con Abiraterone ed Enzalutamide in prima e seconda linea


È stato segnalato in precedenza che l'individuazione di mRNA della variante-7 di splicing ( AR-V7 ) del recettore degli androgeni in cellule tumorali circolanti ( CTC ) è correlata a esiti non-favorevoli dall'uso di Abiraterone ( Zytiga ) ed Enzalutamide ( Xtandi ) nei pazienti con tumore alla prostata resistente alla castrazione ( CRPC ).

È stata ampliata la dimensione della coorte per meglio caratterizzare il significato prognostico di AR-V7 in questo ambito.

Sono stati arruolati 202 pazienti con carcinoma prostatico resistente alla castrazione che iniziavano ad assumere Abiraterone o Enzalutamide, ed è stato studiato il valore prognostico della rilevazione di cellule tumorali circolanti ( + versus - ) e il rilevamento di AR-V7 ( + versus - ) usando un test per AR-V7 mRNA basato sulle cellule tumorali circolanti.
Sono state esaminate le risposte del 50% o superiori di antigene specifico prostatico ( PSA ), la sopravvivenza libera da progressione di PSA, la sopravvivenza senza progressione clinica e radiologica e la sopravvivenza complessiva.

I tempi di follow-up mediani sono stati rispettivamente 15.0, 21.7 e 14.6 mesi per i pazienti CTC-, CTC+/AR-V7- e CTC+/AR-V7+.

I pazienti con CTC+/AR-V7+ avevano maggiore probabilità di avere punteggi Gleason di 8 o superiori ( P=0.05 ), malattia metastatica alla diagnosi ( P=0.01 ), maggiore vaslore di PSA ( P minore di 0.01 ), uso precedente di Abiraterone o Enzalutamide ( P=0.03 ), uso precedente di taxani ( P=0.02 ) e ECOG ( Eastern Cooperative Oncology Group ) maggiore o uguale a 1 ( P=0.01 ).

I risultati per la coorte globale ( e separatamente per le coorti di nuova terapia ormonale di prima e seconda linea ) erano migliori per i pazienti CTC-, intermedi per i pazienti CTC+/AR-V7- e peggiori per i pazienti CTC+/AR-V7+.
Queste correlazioni sono rimaste significative nei modelli multivariabili.

In conclusione, l’analisi espansa ha caratterizzato ulteriormente l'importanza del rilevamento di AR-V7 mRNA, basato sulle cellule tumorali circolanti, nel prevedere gli esiti nei pazienti con tumore alla prostata resistente alla castrazione, che ricevono nuova terapia ormonale di prima e seconda linea, e suggerisce di interpretare il test utilizzando tre categorie prognostiche distinte: CTC-, CTC+/AR-V7- e CTC+/AR-V7+. ( Xagena2017 )

Antonarakis ES et al, J Clin Oncol 2017; 35: 2149-2156

Uro2017 Onco2017 Farma2017


Indietro