Controversies in Genitourinary Tumors 2018
Lung Unit
OncoGeriatria
Tumore rene

Effetto della comorbilità sulla mortalità specifica per cancro alla prostata


È stato determinato l'effetto della comorbidità sulla mortalità specifica per cancro alla prostata tra i diversi tipi di trattamento.

Sono stati presentati i risultati di uno studio osservazionale basato sulla popolazione effettuato in Svezia dal 1998 al 2012 su 118.543 uomini a cui è stato diagnosticato tumore alla prostata con un follow-up mediano di 8.3 anni fino a morte per tumore alla prostata o altre cause.
I pazienti sono stati classificati per caratteristiche del paziente ( stato civile, livello di istruzione ) e caratteristiche del tumore ( antigene specifico della prostata [ PSA ] sierico, grado tumorale e stadio clinico ) e per tipo di trattamento ( prostatectomia radicale, radioterapia radicale, terapia di deprivazione androgenica e attesa vigile ).
I dati sono stati stratificati per l’indice di comorbilità di Charlson ( 0, 1, 2 o 3 o superiore ).

È stata determinata la mortalità da carcinoma alla prostata e altre cause e dopo aggiustamenti per le caratteristiche cliniche del paziente e del tumore e per il tipo di trattamento.

Nel set di dati completo non-aggiustato, è stato osservato un effetto di aumento della comorbilità sulla mortalità specifica per tumore alla prostata e altre cause.

Dopo aggiustamenti per le caratteristiche del paziente e del tumore, l'effetto della comorbilità sulla mortalità specifica per carcinoma alla prostata è stato perso ma è stato mantenuto per la mortalità per altre cause.

Dopo aggiustamenti addizionali per il tipo di trattamento, ancora una volta non è stato osservato un effetto per la comorbilità sulla mortalità specifica per tumore alla prostata, sebbene sia stato mantenuto per la mortalità per altre cause.

In conclusione, questo ampio studio osservazionale ha indicato che la comorbilità influenza la mortalità da altre cause ma non la mortalità specifica per tumore alla prostata dopo aver tenuto conto delle caratteristiche del paziente e del tumore e del tipo di trattamento.
Indipendentemente dal tipo di trattamento radicale ( prostatectomia radicale o radioterapia radicale ), l'aumento della comorbidità non sembra influenzare in modo significativo il rischio di morte da carcinoma prostatico.
Di conseguenza, le differenze negli esiti oncologici che sono state osservate in studi comparativi sull'efficacia basata sulla popolazione dei trattamenti con carcinoma alla prostata potrebbero non essere il risultato della distribuzione variabile della comorbilità tra i gruppi di trattamento. ( Xagena2017 )

Rajan P et al, J Clin Oncol 2017; 35: 3566-3574

Uro2017 Onco2017



Indietro